Torre dei Bolognesi o Rocca – sede del Museo di Nonantola

La torre fu costruita nel 1307 dai Bolognesi che avevano conquistato Nonantola dopo una lunga serie di battaglie con i Modenesi per il controllo del territorio nonantolano; secondo Girolamo Tiraboschi, autore della Storia dell’Augusta Badia di San Silvestro di Nonantola, i Bolognesi vinsero grazie ad una somma di denaro di 3000 lire con la quale corruppero i guardiani modenesi posti a vigilanza del castello, secondo le fonti modenesi i capitani nonantolani si sarebbero assoggettati ai Bolognesi in modo volontario per far terminare le continue battaglie.

La torre è un edificio in mattoni a pianta quadrata di 11,7X12,76 metri alta 38,13 metri, presenta una merlatura guelfa ricoperta da un tetto a capriate già attestato nel 1500 (rifatto negli anni ’70).
Ai suoi piedi si vede ancora una delle porte del castello, Porta S. Adriano; proprio entrando da questa porta, sul fianco nord della torre, era murata una lapide marmorea posta a memoria della conquista di Nonantola da parte dei Bolognesi.

foto_torrebolapidecommemorativacollocataalpianoterradellatorre_11

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La torre venne utilizzata dalla metà del XV al XIX secolo come carcere, in seguito come magazzino ed infine ospitò il deposito sopraelevato dell’acquedotto, periodo in cui purtroppo furono tagliate le travi trecentesche portanti in rovere per permettere l’inserimento di una cisterna.
Dopo la demolizione del serbatoio dell’acquedotto, ormai in disuso, è stato possibile affrontare il restauro storico conservativo della Torre dei Bolognesi.
Il recupero scientifico, terminato definitivamente nel 2004, è stato svolto eseguendo operazioni minime volte alla ricostruzione dei tre solai lignei distrutti dall’intromissione della torre piezometrica e delle scale di accesso ai vari piani. L’edificio ha così potuto rivelare nuovamente le sue antiche funzioni di struttura difensiva, lasciate appositamente in vista, in modo da evidenziare la valenza storica che la Torre ha avuto nei secoli.

La Torre dei Bolognesi, per quanto riguarda le murature esterne, corrisponde quasi totalmente a quella costruita nel 1307 (ad eccezione del coronamento, modificato e ricostruito).

Grazie all’analisi della cartografia storica, confermata dagli scavi archeologici effettuati nel 2004 dall’Università Ca’ Foscari di Venezia, è stato possibile ricostruire il sistema difensivo intorno alla torre: questo sistema era composto da due rivellini a nord, uno a ridosso delle mura di cinta, esterno alle mura, l’altro sulla stessa linea ma interno alle mura; i rivellini erano dotati di porte che, probabilmente grazie all’aiuto di ponti levatoi, permettevano di superare le fosse esterne (a ridosso delle mura di cinta) e interne (relative alle fortificazioni in corrispondenza della torre).

Era inoltre presente un sistema di mura interne costituito da un tratto di mura verso nord e uno ad ovest della torre.La porta attuale al piano terreno è frutto di una ristrutturazione seicentesca mentre quella originaria (tuttora visibile anche se tamponata) era posta ad alcuni metri da terra ed era raggiungibile solo dal camminamento di ronda delle mura. A questa altezza era posto un ballatoio dal quale la guarnigione controllava il transito sulla sottostante strada ammattonata ed azionava le macchine dei ponti levatoi.

Questo sistema permetteva di controllare efficacemente questa zona con operazioni sia offensive che difensive.

All’interno della torre è oggi visitabile il Museo di Nonantola.

Ingresso da via del Macello e via Marconi n° 11, giardino Perla Verde.

Tel: 059/896656-639

Fax: 059/896648

e-mail: archivio@comune.nonantola.mo.it; museo@comune.nonantola.mo.it

 

Ingresso gratuito

Non accessibile ai disabili; al piano terra è stata predisposta una visita virtuale del museo.

Orario:

Sabato, domenica e festivi dalle 9.30-12.30 e dalle 15.30-18.30

Visite guidate: le visite guidate e i laboratori didattici sono possibili su prenotazione contattando preventivamente

l’Ufficio Archivi, Musei, Turismo allo 059/896656/639 o alla mail: museo@comune.nonantola.mo.it

Lascia un Commento